Trasformatori K per carichi non lineari

Trasformatori K per carichi non lineari

Si tratta di trasformatori d’isolamento progettati appositamente (trasformatori K) per tenere in considerazione i fenomeni distortivi dovuti al fatto che i carichi non lineari generano alti livelli di armoniche. Tipici carichi non lineari sono computers, azionamenti a velocità variabile, inverter, saldatrici. Le armoniche generate si traducono in maggiore assorbimento di corrente e quindi aumento delle perdite.
Al fine di garantire il rispetto dei limiti di temperatura definiti dalla classe termica, il progetto del trasformatore deve tener conto della presenza di dette armoniche. Il grado di influenza della distorsione armonica è indicato dal fattore K: più alto è il valore di K, maggiore è il contenuto armonico che il trasformatore deve sopportare senza danneggiamenti.
Occorre ricordare che un trasformatore K non annulla le armoniche presenti nel sistema (fatte salve la terza e le sue multiple), ma è in grado di tollerarne gli effetti. Al fine di eliminare o ridurre il contenuto armonico, è necessario predisporre opportuni sistemi di filtraggio.