Serie BTS

stabilizzatori di tensione speciali Serie BTS

Caratteristiche standard



































































BTS1 BTS3 BTS3/1
Numero di fasi 1 3 3/1
Tensione di uscita* 220-230-240V (L-N) 380-400-415V (L-L) 380-400-415V (L-L) INPUT
220-230-240V (L-N) OUTPUT
Potenza nominale da 5kVA a 80kVA
Variazione tensione di ingresso ±15% – ±20% – ±25% – ±30% – +15%/-25% – +15%/-35% – +15%/-45%
Precisione della tensione di uscita ±0.5%
Frequenza 50Hz ±5% o 60Hz ±5%
Variazione di carico ammissibile Fino al 100%
Sbilanciamento di carico ammissibile n.a. 100% n.a.
Raffreddamento Ventilazione naturale (estrazione aria sopra 35°C)
Temperatura ambiente -25/+45°C
Temperatura di immagazzinamento -25/+60°C
Massima umidità relativa 95% (non condensante)
Sovraccarico ammissibile 200% 2min
Distorsione armonica Non introdotta
Colore RAL 7035
Grado di protezione IP54
Installazione Esterno
Protezione da sovratensione Scaricatori classe II in uscita

* La tensione di uscita può essere regolata scegliendo uno dei valori indicati.
Tale scelta determina il nuovo valore nominale di riferimento per tutti i parametri dello stabilizzatore.

Con il termine BTS (Base Transceiver Station) si indica l’unità funzionale costituita dall’insieme dei ricetrasmettitori e degli apparati che consentono di fornire la copertura radio ad una cella per telecomunicazioni.
Questo tipo di impianto è sicuramente un’applicazione in cui la disponibilità di tensione di alta qualità, indipendentemente dalla fluttuazione in entrata, è la chiave per assicurare efficienza e affidabilità, requisiti fondamentali per garantire la regolarità di funzionamento.
Servizio disturbato, perdita di dati, problemi di sicurezza, informazioni inesatte e disagi in generale sono alcuni esempi di possibili problemi causati da un’alimentazione instabile. Naturalmente, tutto questo si traduce in un aumento dei costi.
Uno stabilizzatore di tensione è un dispositivo in grado di sopperire a variazioni del valore di tensione sulla linea in ingresso causati da abbassamenti (dovuti a linee di distribuzione sottodimensionate, connessione di grandi carichi alla rete, guasti a terra ecc.) e picchi (generati dal distacco di carichi di grandi dimensioni, aumenti di tensione nelle centrali di generazione, eventi atmosferici ecc.). La durata di tali fenomeni dipende dalla loro causa e non è facilmente prevedibile. Gli abbassamenti sono generalmente più comuni specialmente dove gli impianti di distribuzione non sono efficienti.
L’installazione di uno stabilizzatore di tensione ORTEA specificatamente progettato per BTS è una soluzione efficace nel campo delle telecomunicazioni.

Rispetto alla configurazione standard lo stabilizzatore Serie BTS è definito dalle seguenti caratteristiche:

  • Armadio metallico per installazioni in esterno con grado di protezione IP54.
  • By-pass manuale.
  • Interruttore automatico in ingresso e in uscita.
  • Scaricatori di sovracorrente in uscita classe II.
  • Trasformatore di isolamento (opzionale).

Gli stabilizzatori possono essere monofase, trifase o con ingresso trifase e uscita monofase. Nei modelli trifase la regolazione viene effettuata in modo indipendente su ogni fase, di conseguenza lo stabilizzatore necessita del filo di neutro. Se il neutro non è disponibile, è necessaria l’aggiunta di un trasformatore di isolamento D/Y o di un’induttanza di punto neutro.
Gli stabilizzatori trifase possono essere utilizzati con carichi trifase e con carichi monofase sbilanciati fino al 100%, anche in caso di alimentazione asimmetrica.
La strumentazione, installata sulla porta dell’armadio, consiste in un voltmetro digitale in ingresso e in un multimetro digitale in uscita che fornisce le informazioni sulla rete a valle dello stabilizzatore di tensione (tensioni di fase e concatenate, corrente, fattore di potenza, potenza attiva, potenza apparente, potenza reattiva, ecc.).
Minima e massima tensione, surriscaldamento interno e sovraccarico sul regolatore vengono segnalati da un allarme acustico.
Lo stabilizzatore è dotato di una logica di controllo a microprocessore.

Caratteristiche principali
  • Potenza in base alla corrente massima di ingresso.
  • Regolazione sulla «tensione efficace» e insensibile alle armoniche di rete.
  • Piena funzionalità con carico variabile da 0 a 100%.
  • Fino al 30% di contenuto armonico ammesso sulla corrente di carico.
  • Insensibilità al fattore di potenza del carico.
  • Nessuna generazione di armoniche nella tensione di uscita.
Protezioni e segnalazioni
  • Stop del motoriduttore a causa del raggiungimento finecorsa.
  • Allarme di massima e minima tensione di linea.
  • Termostato (impostato a 65°C).
  • Interruttore automatico di protezione del regolatore di tensione.
  • Fusibili di protezione dei circuiti ausiliari.
  • Scaricatori di sovracorrente in uscita classe II.

Leggi tutto